Cosmeceutico: finzione o realtà?

Cosa sono i prodotti cosmeceutici

Il termine cosmeceutico fu introdotto dal dermatologo Dr. Albert Kligman nel 1984 per riferirsi a prodotti che esercitavano benefici sia cosmetici che terapeutici. Il termine nasce dalla combinazione di “cosmetico” e “farmaceutico” proprio ad indicare la natura ibrida del cosmeceutico. (1)

La categoria cosmeceutica ampiamente utilizzata a fini marketing, è un’area della dermatologia non definita, non classificata e non regolamentata. I cosmeceutici prevedono l’applicazione topica di prodotti contenenti ingredienti biologicamente attivi che modificano la barriera cutanea e la salute generale della pelle. La capacità di questi ingredienti di migliorare il funzionamento della pelle dipende dal modo in cui i prodotti sono formulati. Il razionale formulativo prevede di utilizzare dei sistemi in grado di mantenere l’integrità del principio attivo, consegnarlo in forma biologicamente attiva alla pelle, raggiungere il sito bersaglio in quantità sufficiente per esercitare un effetto, e rilasciare correttamente dal veicolo di trasporto.

Negli Stati Uniti, i cosmeceutici vengono venduti come cosmetici, con un ampio lavoro su marketing, packaging ed estetica. Non sono riconosciuti e classificati come cosmeceutici dall’FDA (Food and Drug Administration). Idealmente, il cosmeceutico dovrebbe essere clinicamente testato per verificarne l’efficacia, al fine di garantire un comprovato beneficio per la pelle e anche per convalidare le dichiarazioni di marketing. (2)

La volontà di impiegare il termine cosmeceutico per descrivere il proprio prodotto è quella di dare al prodotto stesso una connotazione  farmaco-simile a scopo marketing. Il termine cosmeceutico è utilizzato per quei prodotti che hanno un effetto positivo sulla pelle, ma non un effetto medico-terapeutico, non si tratta di farmaci ma aspirano ad essere qualcosa di più di semplici cosmetici. (3)

Le limitazioni normative ai claim e alle aggettivazioni date al prodotto per vantarne l’efficacia, limitano lo sviluppo dei cosmeceutici, inoltre è fondamentale ricordare che i cosmeceutici no ricadono all’interno della definizione di prodotto cosmetico secondo il Regolamento EU 1223/2009:

“«prodotto cosmetico»: qualsiasi sostanza o miscela destinata ad essere applicata sulle superfici esterne del corpo umano (epidermide, sistema pilifero e capelli, unghie, labbra, organi genitali esterni) oppure sui denti e sulle mucose della bocca allo scopo esclusivamente o prevalentemente di pulirli, profumarli, modificarne l’aspetto, proteggerli, mantenerli in buono stato o correggere gli odori corporei;”

Si può concludere dicendo che i cosmeceutici in quanto tali non esistono, si tratta di prodotti cosmetici che possono essere impiegati su pelli con particolari esigenze, pur rimanendo prodotti cosmetici che agiscono sulla superficie cutanea per migliorarne l’aspetto.

Scopri di più sul mondo cosmetico.

 

Fonte:
1. Ligade, Virendra & Sreedhar, D & Janodia, Manthan & Udupa, Nayanabhirama. (2009). Cosmeceuticals: Are they truly worth the cost?. Indian Journal of Dermatology Venereology and Leprology. 75. 8-9. 10.4103/0378-6323.45213.
2. Clin Dermatol. 2009 Sep-Oct;27(5):431-4. doi: 10.1016/j.clindermatol.2009.05.005. Cosmeceuticals: undefined, unclassified, and unregulated. Draelos ZD.
3. International Journal Of Research In Pharmacy And Chemistry IJRPC 2013, 3(2) COSMECEUTICALS AN EMERGING CONCEPT: A COMPREHENSIVE REVIEW Kadam Vaishali S* , Chintale Ashwini G, Deshmukh Kshitija P and Nalwad Digambar N
EUR Lex