Suncare, i cosmetici per la protezione solare

I trend di mercato confermano che i consumatori desiderano sempre più prodotti per proteggersi dal sole che vadano oltre la semplice protezione, vi è una crescente necessità di ingredienti per creare prodotti multifunzionali, per la protezione dai raggi UV, dall’inquinamento e contro l’invecchiamento, semplificando l’integrazione della protezione dalla luce solare nella routine quotidiana.

Da cosa è necessario proteggersi?

Della radiazione solare che raggiunge la superficie terrestre, il 95% è luce visibile o infrarosso, frequenze non dannose per la pelle, i problemi di salute sono causati dal 5% di radiazioni «ultraviolette» (UV) che allo stesso tempo sono responsabili dell’abbronzatura grazie alla stimolazione della melanina.
Le radiazioni ultraviolette (UV) sono suddivise in tre tipi: UVA, UVB e UVC.

UVA
I raggi UVA sono i più abbondanti nella luce solare (costituiscono circa il 95% di tutta la radiazione UV) hanno una lunghezza d’onda elevata e la capicità di penetrare negli strati più profondi dell’epidermide. Contribuiscono in maniera minore all’abbronzatura e alla comparsa di eritemi e scottature. Tuttavia, accelerano il processo di invecchiamento cutaneo, alterando l’elastina e il collagene. Inoltre, gli UVA contribuiscono alla produzione di radicali liberi, molecole responsabili dello stress ossidativo, favorendo l’invecchiamento cellulare.

UVB
Hanno una lunghezza d’onda più corta rispetto agli UVA, quindi, non penetrano in profondità nella pelle, tuttavia, sono più potenti: una prolungata esposizione a questi raggi può provocare eritemi, scottature, rossori, talvolta persino ustioni. Anche gli UVB contribuiscono all’invecchiamento cutaneo.

UVC
Gli UVC sono i più pericolosi per la salute umana, ma fortunatamente vengono filtrati dalla fascia d’ozono che circonda la terra e non raggiungono la sua superficie.

Anche se le cellule della pelle possiedono antiossidanti, enzimi di riparazione del DNA e segnalazione dello stress per minimizzare tali danni, un’esposizione UV eccessiva può ancora portare a mutazioni e instabilità genetica.

Il ruolo dei cosmetici

I prodotti cosmetici in tal senso ci possono essere di grande aiuto. Esiste infatti una categoria precisa, i solari o prodotti suncare, deputati alla protezione della pelle dall’esposizione al sole e alle radiazioni dannose.
Questa categoria di prodotti è caratterizzata da una formulazione particolare con ingredienti specifici detti filtri solari sono in grado di proteggere la pelle dalle radiazioni UV. Si tratta di molecole organiche o filtri fisici (minerali) che riflettono la luce UV e sostanze chimiche o filtri chimici che assorbono la luce UV. All’interno di un prodotto solare li possiamo trovare da soli o in associazione.

Scopri come sviluppare la tua linea SUNCARE

In Europa sono ammessi all’impiego 28 diversi filtri UV, tutti elencati all’interno dell’allegato VI al Regolamento CE 1223/2009

Oltre a questo nel 2006, la Commissione Europea ha pubblicato una “Raccomandazione sull’efficacia dei prodotti per la protezione solare e sulle relative indicazioni” con l’obiettivo di fare chiarezza in questo campo e di semplificare le scelte dei consumatori, rendendo più uniformi e semplici le indicazioni presenti sull’etichetta dei prodotti solari.
In questo documento, innanzitutto, si fornisce una definizione precisa di prodotto per la protezione solare, inteso come “qualsiasi preparato (quale crema, olio, gel, spray) destinato a essere posto in contatto con la pelle umana, al fine esclusivo o principale di proteggerla dai raggi UV assorbendoli, disperdendoli o mediante rifrazione”. La Raccomandazione fornisce inoltre una serie di indicazioni sulla protezione, le precauzioni d’impiego e le istruzioni per l’uso dei solari.

Scopri come sviluppare la tua linea SUNCARE

Fonte:
ABC cosmetici
Kosmetica